Ciao!

Se sei finito in questo articolo, probabilmente ti interessi di digital marketing, o magari hai un’azienda e vorresti sfruttare le opportunità per emergere e raggiungere il pubblico giusto.

Sono Giuseppe Messineo e da circa 7 anni mi occupo di Marketing Online per Piccole e Medie Imprese.

Da sempre, ho puntato tutto su Google Ads, perchè è la piattaforma che più di tutte mi ha colpito e appassionato.

Oggi, infatti, vi parlo dei fondamentali della piattaforma.

Per descrivervelo, dobbiamo analizzare la parte buona e la parte cattiva, perchè secondo me è di fondamentale importanza riuscire a capirlo.

Capire come guadagna Google in opposizione a come guadagniamo noi è un ottimo punto di partenza.

Google guadagna se un utente clicca sull’annuncio (cosiddetto cost per click), noi guadagniamo se quell’utente che clicca si trasforma in una vendita o quanto meno in un nuovo contatto.

Noti un conflitto d’interesse in questo modello?

Io si, ovviamente per Google l’importante è portare click, non importa se in target, se sono utenti che vogliono comprare, interessati ai tuoi servizi o prodotti, l’importante è che clicchino sul tuo annuncio.

Mentre per te, l’importante non è avere quanti più click possibile, bensì ottimizzare al massimo e fare in modo che quei click si trasformino in un’azione di conversione (vendita, acquisizione contatto, ecc..).

Nonostante questo penso che creare una Campagna su Google Ads (ex Google AdWords), se ti interessa ti lascio il link ad un altro mio articolo in cui approfondisco l’argomento (clicca qui) sia l’azione numero uno per tanti business, o quanto meno la piattaforma di cui non dovresti proprio fare a meno.

Puoi starne quasi certo che i tuoi potenziali clienti sono lì.

Hai un problema? Lo cerchi su Google!

Sei consapevole del problema e allora vai alla ricerca di varie soluzioni? Le compari su Google!

Sai esattamente cosa vuoi? Cerchi su Google!

E allora, fatte queste premesse andiamo ad analizzare insieme le basi di Google Ads.

N.B.: Questo è un articolo creato per far comprendere a tutti l’importanza della piattaforma, soprattutto imprenditori, che magari non hanno molta dimestichezza con la parte tecnica di questo tool.

Se comunque vuoi aiuto a creare annunci scrivimi pure tramite il pulsante WhatsApp.

Possedere un Account Google Ads

Per prima cosa dovete essere in possesso o creare un Account Google Ads.

A questo proposito se non avete mai fatto campagne, ricordatevi sempre dei € 400,00 di Bonus che mette a disposizione la piattaforma per chi non ha mai fatto campagne.

Anche se non c’è bisogno qui vi lascio il link.

Sempre bene ricordare che i 400 euro devono essere spesi entro i primi 60 giorni dall’avvio della campagna.

Ricercare Vs Navigare tramite Google

La distinzione tra “ricercare” e “navigare” su internet non è mai stata così cruciale.

Comprendere la differenza tra questi due comportamenti può fare la differenza nel successo delle tue campagne pubblicitarie.

Quando parliamo di “ricercare”, vuol dire che gli utenti stanno pro-attivamente ricercando qualcosa, ci riferiamo all’azione specifica di cercare informazioni, prodotti o servizi su Google utilizzando specifiche parole chiave.

Questo comportamento indica un’intenzione chiara da parte dell’utente, che sa già cosa sta cercando.

Esempi possono essere “scarpe da running migliori” o “consulente marketing a Milano”.

In queste situazioni, l’utente ha un obiettivo preciso e utilizza termini specifici per trovare ciò che desidera.

Al contrario, “navigare” descrive un approccio più casuale e meno specifico alla ricerca di informazioni online, come navigare tra vari blog alla ricerca di informazioni.

Gli utenti possono non avere un obiettivo specifico in mente e tendono a saltare da una pagina all’altra, spinti dalla curiosità o dall’interesse momentaneo.

In questo caso, le possibilità di coinvolgere efficacemente questi utenti tramite annunci pubblicitari richiedono un approccio differente, più orientato a catturare la loro attenzione in modo creativo.

Per gli imprenditori, conoscere la differenza tra questi due tipi di comportamento è fondamentale.

Quando un utente “ricerca” attivamente il tuo prodotto o servizio, vuol dire che è già nel funnel di conversione e più propenso all’acquisto o all’azione.

Qui, l’uso strategico di parole chiave specifiche (keyword) può aiutare a posizionare i tuoi annunci in cima ai risultati di ricerca, massimizzando la visibilità e aumentando le possibilità di clic e conversioni.

Per indirizzare invece coloro che “navigano”, potresti considerare di utilizzare la Rete Display di Google o campagne di remarketing, che consentono di mostrare annunci a utenti che hanno già visitato il tuo sito web ma non hanno compiuto un’azione definitiva.

Questo approccio sfrutta un diverso tipo di coinvolgimento, cercando di catturare l’interesse dell’utente attraverso annunci visivamente accattivanti o offerte personalizzate.

In sintesi, sia che il tuo obiettivo è raggiungere utenti con un’intenzione di acquisto chiara (“ricercare”) sia che tu voglia suscitare l’interesse tra coloro che semplicemente “navigano”, le soluzioni pubblicitarie che offre Google sono adatte a qualsiasi esigenza.

Comprendere il comportamento del tuo target è il primo passo per creare campagne pubblicitarie specifiche, che parlino direttamente ai bisogni e agli interessi del tuo pubblico, massimizzando così il ritorno sull’investimento in pubblicità digitale.

Le Parole Chiave (Keywords)

Potrebbe sembrare semplice, pensare alle parole chiave, invece è la parte più importante ma anche più complessa a cui pensare, perchè a seconda della consapevolezza dell’utente potrebbero essere keywords completamente diverse, o possono essere fuorivianti ed andare totalmente fuori binari.

Nel cuore di ogni campagna efficace su Google Ads gioca un elemento cruciale: la scelta delle parole chiave.

Queste non sono semplici termini, sono il ponte che collega il tuo annuncio con il tuo pubblico target.

Selezionare quelle giuste significa parlare direttamente ad utenti che cercano esattamente ciò che offri, ottimizzando il tuo budget e massimizzando le conversioni.

Comprendere le Parole Chiave

Una “parola chiave” è un termine o una frase che gli utenti inseriscono in una ricerca su Google quando cercano informazioni, prodotti o servizi.

Questi termini sono il fulcro attorno al quale ruota la tua campagna.

La scelta delle parole chiave giuste permette di ottimizzare i tuoi annunci di fronte agli utenti al momento giusto, ovvero quando la loro intenzione di acquisto è più alta.

La Scelta Strategica delle Keywords

La selezione delle parole chiave non deve essere casuale o basata solo sull’intuito.

Utilizza strumenti come Google Keyword Planner, che trovi all’interno di Google Ads, per identificare termini rilevanti con un buon volume di ricerca e una concorrenza gestibile.

Questo strumento ti permette anche di scoprire nuove parole chiave correlate al tuo settore che potresti non aver considerato.

Ricorda, le parole chiave vanno oltre il semplice “trovare” il tuo annuncio.

Devono riflettere le intenzioni dei tuoi potenziali clienti.

Il miglior tool per trovare non solo le parole chiave ma anche l’intento associato a esse è SEM Rush, ti lascio il link, puoi cliccare qui, per ottenere una prova gratuita non vincolante di una settimana.

Ci sono diverse tipologie di parole chiave, da quelle più generiche a quelle a coda lunga (frasi più specifiche e dettagliate), ciascuna con i propri vantaggi.

Quelle a coda lunga, ad esempio, tendono ad avere un volume di ricerca inferiore ma possono attirare utenti con un’intenzione di acquisto più specifica e precisa.

Bilanciare Volume e Specificità

L’arte della selezione delle parole chiave sta nel trovare il giusto equilibrio tra volume di ricerca e specificità.

Parole chiave con un alto volume di ricerca possono sembrare allettanti per il potenziale traffico, ma spesso sono altamente competitive e meno specifiche.

Al contrario, termini troppo specifici potrebbero non avere un volume di ricerca sufficiente per giustificare l’investimento. Il trucco è puntare a termini che non solo attraggano un volume significativo di ricerca ma che siano anche altamente pertinenti per il tuo pubblico.

Facciamo un esempio.

Siamo un negozio specializzato in attrezzatura da pesca.

La parola chiave “canna da pesca” ovviamente avrà un volume enorme, ma allo stesso tempo avrà un’alta competitività e sarà molto complicato ottenere conversioni, o comunque non ad un basto costo.

Al contrario parole chiave come “canna da pesca per acqua dolce” (non so nemmeno se esiste), sarà molto più specifica, meno ricercata, a bassa competitività, e potrai ottenere conversioni ad un costo basso. 

Monitorare e Ottimizzare

L’impostazione è solo l’inizio.

Monitorare le prestazioni e ottimizzare la tua campagna in base ai risultati è essenziale.

Google Ads propone una serie di dati che ti permettono di valutare l’efficacia delle tue parole chiave, come il CTR (Click-Through Rate) ed il punteggio di qualità.

Utilizza queste informazioni per affinare la tua strategia, eliminando quelle che non performano e aumentando l’investimento su quelle che generano risultati.

Asta e Punteggio di Qualità: l’importanza della Landing Page

Il successo di una campagna si basa su due pilastri fondamentali: l’asta e il punteggio di qualità.

Questi concetti possono sembrare intimidatori all’inizio, ma capirli è cruciale per ottimizzare le tue campagne e massimizzare il ROI.

Un elemento spesso sottovalutato che gioca un ruolo vitale in entrambi è la landing a cui i tuoi annunci conducono.

L’Asta di Google Ads

L’asta di Google Ads determina quale annuncio verrà mostrato a un utente che ha effettuato una ricerca. 

Non si tratta semplicemente di chi offre di più, ma di chi offre meglio.

Ogni volta che un utente effettua una ricerca che corrisponde a una parola chiave da te impostata, Google esegue un’asta istantanea per determinare gli annunci da visualizzare.

Il sistema di Google Ads valuta il tuo CPC massimo (Costo Per Clic) offerto e il punteggio di qualità per assegnare una posizione al tuo annuncio.

Il Punteggio di Qualità

Il Punteggio di Qualità è una stima della qualità dei tuoi annunci, delle parole chiave e, soprattutto, della landing.

Si basa su diversi fattori, tra cui il tasso di clic atteso (CTR), la pertinenza dell’annuncio e l’esperienza utente sulla landing.

Un punteggio di qualità elevato può aiutarti ad ottenere un posizionamento migliore per i tuoi annunci a costi inferiori, poiché Google premia gli annunci che offrono un’esperienza utente positiva.

L’Importanza della Landing

La landing è dove gli utenti arrivano dopo aver cliccato sul tuo annuncio.

La sua importanza nel contesto dell’asta e del punteggio di qualità non può essere sopravvalutata.

Una landing ottimizzata, pertinente al tuo annuncio e alle parole chiave, e che offre un’esperienza utente eccellente, può migliorare significativamente il tuo punteggio di qualità.

Una landing efficace dovrebbe:

  • Essere strettamente correlata alla parola chiave ed al messaggio del tuo annuncio, fornendo le informazioni o i prodotti che gli utenti si aspettano di trovare.
  • Caricare rapidamente, anche su dispositivi mobili, per non perdere utenti impazienti.
  • Avere un design chiaro e una navigazione semplice per facilitare l’azione desiderata, che sia compilare un modulo, effettuare un acquisto o iscriversi a una newsletter.
  • Includere contenuto rilevante che risponda alle domande degli utenti e li incoraggi all’azione.

Per massimizzare il rendimento delle tue campagne sul motore di ricerca, è essenziale non solo selezionare le parole chiave giuste e offrire un CPC adeguato ma anche ottimizzare la tua landing. 

Analizza i dati forniti da Google Ads e Google Analytics per comprendere come gli utenti interagiscono con la tua pagina e apporta le modifiche necessarie per migliorare l’esperienza utente.

Gli Elementi di una Campagna Google Ads

Lanciare una campagna Google Ads di successo richiede attenzione ai dettagli e una comprensione approfondita dei vari elementi che la compongono. 

Ogni aspetto della tua campagna, dalla scelta delle keywords alla creazione degli annunci e alla configurazione delle impostazioni, gioca un ruolo fondamentale nel raggiungere il tuo pubblico target e nel convertire gli utenti.

Ecco una panoramica degli elementi chiave di una campagna:

1. Parole Chiave

Sono il cuore di ogni campagna.

Scegli keywords che il tuo target di mercato potrebbe utilizzare per cercare i tuoi prodotti o servizi.

Queste parole chiave determineranno quando e dove verranno visualizzati i tuoi annunci. Utilizza strumenti come Google Keyword Planner per ricercare e selezionare keywords efficaci, tenendo presente il volume di ricerca e la concorrenza.

2. Annunci

Gli annunci sono ciò che effettivamente vedranno i tuoi potenziali clienti. Un annuncio efficace deve catturare l’attenzione, comunicare un valore o un vantaggio e incoraggiare l’utente a compiere un’azione. 

Assicurati che i tuoi annunci siano pertinenti alle keywords scelte e alla landing a cui rimandano, e include una chiara call-to-action (CTA), come “Compra ora”, “Iscriviti” o “Scopri di più”.

3. Impostazioni della Campagna

Le impostazioni della campagna ti permettono di controllare dove e quando verranno visualizzati i tuoi annunci. 

Questo include la selezione della rete di Google (come la Search o la Rete Display), la definizione di budget e offerte, la programmazione degli annunci e la targettizzazione geografica.

Una configurazione attenta di queste impostazioni è essenziale per ottimizzare la copertura e l’efficacia della tua campagna.

4. Targeting e Pubblico

Il targeting ti permette di definire chi vedrà i tuoi annunci. Puoi segmentare il tuo pubblico in base a vari criteri, come età, sesso, interessi, posizione geografica e altro. 

5. Landing Page

La landing è la pagina web a cui i tuoi annunci rimandano. 

Deve essere altamente rilevante per l’annuncio cliccato e offrire un’esperienza utente eccellente. 

Una landing ben progettata aumenterà le tue possibilità di conversione, migliorando il ROAS della tua campagna.

6. Metriche e Monitoraggio

Monitorare le prestazioni della tua campagna è fondamentale per il suo successo. 

Google Ads propone una vasta gamma di dati, come click, impressioni, CTR (Click-Through Rate), CPC (Costo Per Clic), e tasso di conversione.

Analizzare questi dati ti aiuterà a capire cosa funziona e cosa no, permettendoti di ottimizzare la tua campagna per risultati migliori.

Organizzazione Efficace di una Campagna 

Una struttura ben pensata ti permette di gestire meglio le tue offerte, di mirare più accuratamente al tuo pubblico e di ottimizzare le prestazioni generali della campagna. 

Ecco come strutturare strategicamente la tua campagna per massimizzare l’efficacia.

Definisci il Tuo Obiettivo

Ogni campagna dovrebbe iniziare con un obiettivo chiaro. Che si tratti di aumentare le vendite, generare lead o migliorare la visibilità del marchio, il tuo obiettivo guiderà tutte le decisioni successive, dalla scelta delle keyword al design della landing. 

Google Ads propone diverse tipologie di campagna, ciascuna ottimizzata per obiettivi specifici, come campagne sulla rete di ricerca, campagne display, campagne video, e altro. 

Seleziona il tipo che meglio si allinea ai tuoi obiettivi di marketing.

Gruppi di Annunci: Segmenta per Tema

All’interno di ciascuna campagna, puoi creare diversi gruppi di annunci. Questi gruppi ti permettono di segmentare la tua campagna in base a temi specifici, prodotti o categorie di servizi. 

Per esempio, se vendi attrezzature sportive, potresti avere un gruppo di annunci per “scarpe da running”, un altro per “attrezzatura da escursionismo”, e così via. 

Ogni gruppo di annunci dovrebbe contenere parole chiave strettamente correlate e annunci specificamente progettati per quelle keywords.

Annunci: Crea Messaggi Targetizzati

Per ogni gruppo di annunci, crea diversi annunci che parlino direttamente al pubblico target di quel segmento. 

Questo non solo aumenta la pertinenza e il potenziale di conversione dell’annuncio ma permette anche di testare diverse varianti di annunci per vedere quale ha le migliori prestazioni. 

Ricorda di includere keywords pertinenti nel testo dell’annuncio e di avere una call-to-action chiara.

Perché Creare una Campagna Google Ads?

Nel contesto competitivo del marketing digitale, distinguersi e raggiungere il proprio pubblico target è fondamentale per il successo di qualsiasi azienda. 

Google Ads emerge come uno strumento potente e flessibile, capace di fornire soluzioni pubblicitarie efficaci per imprese di ogni dimensione. 

Ecco alcuni motivi per cui la creazione di una campagna rappresenta una scelta strategica vincente.

1. Visibilità Immediata

A differenza dell’SEO, che richiede tempo per produrre risultati, Google Ads offre una visibilità immediata. 

Posizionando i tuoi annunci in cima ai risultati di ricerca, puoi garantire che il tuo target di riferimento veda la tua offerta proprio nel momento in cui sta cercando i tuoi prodotti o servizi.

2. Targeting Preciso

Google Ads fornisce strumenti avanzati di targeting che permettono di raggiungere clienti potenziali in base a criteri specifici come la posizione geografica, l’età, gli interessi e molto altro. 

Questo assicura che i tuoi annunci siano visualizzati dalle persone più propense all’acquisto o all’azione desiderata, ottimizzando il budget e aumentando le conversioni.

3. Flessibilità del Budget

Con Google Ads, hai il controllo completo sul tuo budget pubblicitario. 

Puoi iniziare con un budget limitato e aumentarlo in base ai risultati ottenuti. 

Inoltre, paghi solo per i clic effettivi sugli annunci, il che significa che il tuo budget viene speso solo quando gli utenti mostrano un interesse attivo.

4. Misurabilità dei Risultati

Una delle maggiori forze di Google Ads è la capacità di misurare con precisione l’efficacia delle tue campagne. 

Grazie a metriche dettagliate come il numero di clic, le impressioni, il tasso di conversione e il costo per acquisizione (CPA), puoi analizzare le prestazioni degli annunci e ottimizzare le tue strategie in tempo reale.

5. Versatilità

Google Ads offre una varietà di formati e tipologie di campagna, inclusi annunci sulla rete di ricerca, annunci display, annunci per il remarketing e molto altro. 

Questa versatilità ti permette di sperimentare e trovare la combinazione più efficace per i tuoi obiettivi specifici.

6. Competere a Prescindere dalle Dimensioni

Google Ads livella il campo di gioco, permettendo alle piccole e medie imprese di competere con i grandi attori del mercato. 

Anche con un budget limitato, una campagna ben ottimizzata può raggiungere un pubblico ampio e pertinente.

7. Insight sul Mercato

Attraverso l’analisi delle prestazioni delle tue campagne e delle keywords, Google Ads fornisce preziosi insight sul mercato e sul comportamento dei consumatori. 

Queste informazioni possono essere utilizzate per affinare le tue strategie di marketing e sviluppare offerte più mirate e efficaci.

In sintesi, creare una campagna Google Ads significa non solo aumentare la visibilità e le vendite in breve tempo ma anche acquisire preziosi dati e insight per ottimizzare continuamente la tua strategia di marketing digitale.

 Se ben gestite, le campagne Google Ads possono diventare uno dei motori principali per la crescita e il successo della tua attività online.

 

Top
Chatta Ora
Ciao, se posso esserti d'aiuto scrivimi!
Ciao,
Se hai bisogno d'aiuto sono qui!